Guinea Bissau, ovvero lo smistaggio della nostra coca

Con l’abituale disinteresse generale, ecco il golpe in Guinea Bissau: gli stessi militari che giusto ieri avevano preannunciato di aver preso il potere oggi hanno arrestato sia il premier uscente Carlos Gomez Junior (che alle elezioni di alcuni giorni fa aveva ottenuto il 49% delle preferenze) che il presidente Pereira (alcuni siti lo danno però in fuga).

Tutto inizia tre anni fa, nel 2009, quando il capo dell’esercito Batista Tagme Na Waie venne fatto saltare in aria in un attentato. I militari guineani non fecero attendere la risposta e poche ore dopo reagirono uccidendo Joao Bernardo Vieria, il premier di allora, che era tornato al potere dopo essere stato deposto pochi anni prima dalla guerra civile. I commentatori della tragedia parlarono “dell’omicidio della democrazia”. Vieira venne ferito nel bombardamento della propria villa e fu finito a colpi di machete da un gruppo di militari rivoltosi.

Una settimana fa, il secondo atto della sanguiraria vendetta: l’assassinio del capo dei servizi segreti Samba Diallo, considerato dai militari il mandante del primo omicidio, quello del capo dell’esercito Batista Tagme Na Waie. E qui ha inizio il vero golpe, che è stato portato a compimento oggi con la cattura del premier e del presidente.

Da anni in Guinea Bissau nessun presidente ha mai portato a termine il proprio mandato, tutti sono stati stroncati da golpe, guerre civili o, nei casi migliori, da malattie. Ma la maggior parte dei disordini sono purtroppo facilmente imputabili alla dimensione di narcostato cui sta assurgendo questo piccolo paese africano, come conseguenza alla sempre maggiore presenza sul territorio dei narcotrafficanti colombiani. Inutile dire che il traffico di droga che sta stravolgendo questa nazione africana ha come sbocco forzato l’Europa. Che resta a guardare.

 

 

 

 

 

 

 

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: