Una e semplice regola per i finanziamenti

Massimo Cacciari su L’Espresso sintetizza magistralmente la questione del finanziamento ai partiti:

 Il problema del finanziamento non è la trasparenza, come dice Bersani. Il problema è che meno hanno consensi, più hanno bisogno di soldi e più prendono soldi meno hanno consensi.E non se ne esce, se non azzerando tutto.

La soluzione secondo lui sarebbe una e semplice: «garanzia di assoluta trasparenza nel sostegno da parte dei privati. Ovvero: Tizio finanzia il partito Caio, tutti lo sanno e tutti sanno anche che il partito Caio sarà perciò condizionato dagli interessi di Tizio. Nessuno scandalo: i partiti sono “parte”, infatti, e mai l’intero »

Ma perché queste parole semplicissime che illustrano un progetto incredibilmente banale ci suonano così impossibili? Perché con i partiti che ci sono ora non è fattibile. Che non vuol dire: con il sistema partitico non si può andare avanti. Vuol dire che quelli di ora non possono fare questo cambiamento perché non rientra nelle loro possibilità: comporterebbero da prima un generalizzato aumento del consenso, seguito sicuramente da un crollo poiché finalmente si avrebbe nero su bianco chi c’è dietro ad ogni partito, chi di fatto comanda. E questo non è fattibile, sarebbe un atto suicida , almeno per ABC. E allora. Eh allora.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: